Cerca
Close this search box.

GP Indonesia, Oliveira danza sotto la pioggia

Fonte foto: Twitter @MotoGP

Santiago si sveglia chiamandomi. Inizia così la mia domenica di gare. Andiamo in cucina e prepariamo la colazione con Guido Meda in sottofondo.

La pioggia fa ritardare la partenza.

Parte bene Quartararo, mentre Martin sprofonda indietro. Ottima partenza sia per Oliveira, Miller e Morbidelli. Nei primi giri sono Miller e Oliveira a dettare il passo, mentre Quartararo sembra in difficoltà. Al giro 8 Martin scivola in curva uno e nel giro successivo, sempre nella stessa curva, Bagnaia va lungo. Nel frattempo Oliveira supera Miller e allunga. Quartararo al giro 12 riesce a superare Rins andando al quinto posto. Pochi giri dopo Zarco, che aveva recuperato terreno su Miller, lo supera. La loro bagarre permette a Fabio Quartararo si fa sotto e prova a superare Miller, riuscendoci al giro 16. Riesce anche a superare Zarco portandosi al secondo posto. Miller non riesce a resistere a Zarco scivolando al quarto posto. Al giro 17 Quartararo è l’ unico che riesce a scendere sotto il 1.39 fermando il cronometro a 1.38.749, andando a 3,418 da Oliveira. Intanto nelle retrovie c’è una bagarre accesa tra D. Binder, A. Espargarò e Enea Bastianini che però vengono sorpassati da B. Binder.

Vince Oliveira davanti a Quartararo e Zarco!

Tra gli italiani prova di vera sostanza di Morbidelli, partito 16esimo e arrivato settimo. Dovizioso per un problema tecnico è costretto al ritiro, mentre Bagnaia non è mai stato della partita e si classifica quindicesimo.  Bastianini rimane in testa alla classifica, nonostante l’ undicesimo posto, Marini quattordicesimo. Di Giannantonio  diciottesimo e Bezzecchi ventesimo.

Condividi

Altri articoli

Il valore di Andy

Andreas Brehme se ne è andato. Il campione tedesco è scomparso nei giorni scorsi all’età di 63 anni a causa di un malore cardiaco. Figura

Gigi Riva, l’eroe dei nostri padri

Chi oggi ha meno di sessant’anni non ha vissuto direttamente Gigi Riva. Averlo scoperto in seguito, grazie ai filmati di repertorio, non rende l’idea. Essere