Cerca
Close this search box.

Le nuove regole del calcio: le novità su rigori, fallo di mano e sostituzioni

L’IFAB, International Footbal Association Board, nella giornata odierna, nella sede di Aberdeen, ha attutato delle modifiche importanti nelle regole del calcio, che saranno introdotte a partire dal prossimo anno. Sempre in attesa della decisione definitiva dell’Assemblea Generale Annuale.

Negli ultimi anni il mondo del calcio ha subito vari stravolgimenti, rinnovando di volta in volta lo sport più famoso al mondo. A partire dal 1992, con la modifica della regola del retropassaggio al portiere, con l’estremo difensore impossibilitato a prenderla, come un tempo, con le mani, al 1993, attraverso la modifica delle sostituzioni, passate da due a tre, senza il vincolo che una delle tre fosse per il portiere, poi per passare al 1998, con il rosso diretto nei tackle da dietro  o l’abolizione della massima sanzione,  nel 2016, per i falli in area di rigore eccetto per i casi dove, non c’è intenzione né possibilità di giocare il pallone.

L’IFAB quest’anno si è voluto concentrare su questi aspetti specifici: falli di mano, le palle inattive, palla a due, cartellini e sostituzioni.

NUOVE REGOLE DEL CALCIO: FALLI DI MANO

La riforma sui falli di mano è quella che tra le altre ha subito più variazioni, con tante novità. In primis sparirà il concetto di volontarietà come condizione per concedere una punizione o un rigore. Saranno solamente le posizioni delle braccia a decidere se un rigore potrà essere o meno assegnato: sarà vietato avere le mani sopra la linea delle spalle. In tutti gli altri casi, sarà decisivo il movimento del corpo con la dinamica dell’azione.

Un punto importante sono anche gli interventi in scivolata. Se il giocatore tocca la palla con il braccio in appoggio ed è attaccato al corpo, non sarà fischiata l’infrazione, se invece al contrario, l’arto in appoggio sarà lontano dal corpo l’arbitro dovrà concedere il fallo. Ultima novità riguarda la modifica in vista per le fasi d’attacco: non sarà più permesso segnare, o portarsi in condizione di farlo, con qualsiasi tocco di mano, anche se non volontario.

NUOVE REGOLE DEL CALCIO: LE PALLE INATTIVE

Sotto l’occhio delle riforme hanno avuto un ruolo importante le punizioni e i rigori. In occasione di un calcio di rigore, il portiere potrà mantenere anche solo un piede sulla linea di porta al momento del tiro, non più entrambi, andando incontro ai portieri, abituati a questa tecnica di slancio. Invece sulle punizioni battute all’interno dell’area di rigore e sui calci di rinvio, gli attaccanti avversari potranno scattare in area di rigore al momento del tocco, senza dover aspettare che il pallone esca dall’area dei 16 metri. Inoltre sulle punizioni, i compagni di squadra dovranno stazionare ad almeno un metro di distanza dalla barriera avversaria.

NUOVE REGOLE DEL CALCIO: LE ALTRE MODIFICHE

Anche se minori, non mancano altre novità: non vi sarà più la palla a due, la sfera dovrà essere obbligatoriamente sostituita a chi ne aveva precedentemente il possesso. I cartellini verranno utilizzati anche nei confronti degli allenatori e i membri dello staff medico. Via libera alle sostituzioni rapide: i calciatori dovranno lasciare il terreno di gioco dal punto più vicino delle linee, senza dover attraversare tutto il campo, causando spesso perdite di tempo. Infine, le azioni viziate da un tocco dell’arbitro verranno interrotte sia in caso di possesso o di sviluppo di un’azione importante.

FONTE FOTO: The IFAB Twitter

Condividi

Altri articoli

Il valore di Andy

Andreas Brehme se ne è andato. Il campione tedesco è scomparso nei giorni scorsi all’età di 63 anni a causa di un malore cardiaco. Figura

Gigi Riva, l’eroe dei nostri padri

Chi oggi ha meno di sessant’anni non ha vissuto direttamente Gigi Riva. Averlo scoperto in seguito, grazie ai filmati di repertorio, non rende l’idea. Essere