Cerca
Close this search box.

Giro d’Italia 2019, tappa 7: Bilbao vince a L’Aquila, terzo Formolo. Conti rimane in rosa

giro d'italia l'aquila

fonte foto: Twitter @GirodItalia

RISULTATI GIRO D’ITALIA 2019 TAPPA 7 (dagli inviati Michele Spuri e Marco Severa) | Il corridore dell’Astana Pro Team Pello Bilbao ha tagliato per primo il traguardo da Vasto a L’Aquila nella settima tappa del Giro d’Italia 2019. Si tratta della prima vittoria spagnola in questa edizione e la sesta nazione diversa nelle prime sette tappe (ultimo successo iberico risale al 2018 con Mikel Nieve).

Al secondo posto si è piazzato a 5″ il francese Tony Gallopin dell’AG2R La Mondiale, il quale ha preceduto un ottimo Davide Formolo (Bora-Hansgrohe). Quarto Lucas Hamilton (Mitchelton-Scott) e quinto Mattia Cattaneo (Androni Giocattoli-Sidermec) entrambi a 9 secondi.

Conti rimane in rosa

Rimane maglia rosa Valerio Conti, che però a rischiato di non indossarla per un po’ di km virtualmente, dopo che a 120 km dall’arrivo Jose Joaquin Rojas ha provato una fuga. Grazie però al lavoro della UAE Team Emirates, il corridore romano è riuscito a mantenerla. La maglia ciclamino rimane a Pascal Ackermann, la maglia azzurra a Giulio Ciccone (sotto le sue dichiarazioni) e la bianca a Giovanni Carboni.

  1. CONTI (UAE Team Emirates)
  2. Rojas (Movistar Team) 1’32”
  3. Carboni (Bardiani CSF) 1’41”
  4. Peters (AG2R La Mondiale) 2’09”
  5. Madouas (Groupama-FDJ) 2’17”
  6. Antunes (CCC Team) 2’45”
  7. Masnada (Androni Giocattoli-Sidermec) 3’14”

L’Aquila città

A poco più di 10 anni dalla devastante e tragica notte del 6 aprile 2009, L’Aquila ospita la settima tappa della 102esima edizione del Giro d’Italia. Una città che piano piano è ripartita, dalle piccole alle grandi aziende, un percorso per i corridori molto toccante, tra il centro storico non ancora del tutto ricostruito e la zona periferica, passando per la nuova post sisma.

Le dichiarazioni

Ciccone a Rai Sport: “E’ stata una giornata difficile, non era proprio quello che mi aspettavo. La partenza così in pianura non è facile. Ho finito prima di tirare la parte finale, è stato un po l’erorre di oggi, ma va bene cosi”.

Condividi

Altri articoli

Il valore di Andy

Andreas Brehme se ne è andato. Il campione tedesco è scomparso nei giorni scorsi all’età di 63 anni a causa di un malore cardiaco. Figura

Gigi Riva, l’eroe dei nostri padri

Chi oggi ha meno di sessant’anni non ha vissuto direttamente Gigi Riva. Averlo scoperto in seguito, grazie ai filmati di repertorio, non rende l’idea. Essere