Cerca
Close this search box.

Virtus Roma-Treviso, dichiarazioni Menetti e Bucchi

bucchi viruts roma

VIRTUS ROMA-TREVISO DICHIARAZIONI MENETTI BUCCHI – I due coach Massimiliano Menetti e Piero Bucchi si sono presentati come di consueto in conferenza stampa nel post gara di Virtus Roma-Treviso.

Massimiliano MENETTI (De’ Longhi Treviso)

Sulla partita
Siamo molto soddisfatti, nonostante l’assenza di Cooke. Siamo stati bravi nel momento in cui la Virtus ha riprovato a rifarsi sotto. Diamo l’idea di una squadra che sta continuando a crescere e siamo in miglioramento. Questi sono 2 punti d’oro. Tecnicamente abbiamo avuto molte più attenzioni. Non abbiamo mollato niente e tenere Roma in casa propria a 69 punti.

Piero BUCCHI (Virtus Roma)

Sulla partita
Partita subito in salita, devo dire che hanno giocato un ottimo primo tempo e abbiamo avuto una buona reazione, ma non è bastata.

In settimana Dyson e Jefferson quanto e come si sono allenati?
Dyson sono 3 settimane che non si allena, ma oggi voleva giocare. Questa settimana non ha mai messo le scarpe.

Si difende poco?
Non sono d’accordo. Non ci sono scuse, abbiamo perso una partita, dobbiamo lavorare e basta. Treviso ha avuto più energia sicuramente e ha meritato.

Mettere qualche pedina in più vista la difficoltà? Si fa fatica a fare un 5v5 in allenamento
Abbiamo parlato da un po’ di tempo di giocatori in più, giocatori in meno. In questo momento il presidente ha detto in un’intervista che non è possibile. Bisognerà vedere se Dyson e Rullo inizieranno ad allenarsi con continuità. Dobbiamo riuscire ad essere più pronti noi, trovare intensità e costanza in allenamento.

Non è un rischio far giocare Dyson in queste condizioni?
Non c’è una controindicazione, semplicemente si tratta di sopportazione del dolore. Quando c’è sicurezza di non avere una controindicazione, sta al giocatore decidere. Ha cambiato terapie sperando siano più solutive. Non ho mai fatto giocare giocatori con il rischio di farsi male.

Su Rullo
Le ultime indagini strumentali erano buone. E’ un giocatore che è rimasto fermo 50 giorni. I tempi precisi non li so.

Condividi

Altri articoli

Il valore di Andy

Andreas Brehme se ne è andato. Il campione tedesco è scomparso nei giorni scorsi all’età di 63 anni a causa di un malore cardiaco. Figura

Gigi Riva, l’eroe dei nostri padri

Chi oggi ha meno di sessant’anni non ha vissuto direttamente Gigi Riva. Averlo scoperto in seguito, grazie ai filmati di repertorio, non rende l’idea. Essere